Comunicazione vittoria FEDERALBEGHI PISA Avv. Giorgio Benedetti contro SEPI-TARI anno 2014

pubblicato in: Archivio News, News | 0

 

Gent.mi Albergatori
il lungo contenzioso che abbiamo portato avanti dal 2010 ad oggi contro la Sepi per cercare di dimunire la tariffa sui rifiuti ha evidenziato un nuovo punto a nostro vantaggio.
E’ storia nota, infatti, che dopo la iniziale vittoria contro la Tarsu 2010, poi riformata in appello ed oggi in Cassazione ed in attesa di sentenza, e dopo le successive sconfitte contro la Tarsu anni 2011 e 2012 e la Tares 2013, oggi siamo tornati nuovamente alla vittoria contro la Tari 2014.E’ molto importante questa vittoria perchè, se dovesse essere confermata, in caso di appello di Sepi anche in secondo grado, oppure in caso di rinucia di Sepi all’appello, oltre che confermata anche per la Tari 2015, di cui stiamo ancora attendendo la discussione, e per la Tari 2016, che invece dovremo ancora impugnare, potrebbe portare ad un noteve vantaggio annuo per il futuro.Il Giudice di Pisa, infatti, per la Tari anno 2014 ha ritenuto di applicare alla intera superficie alberghiera i coefficienti minimi della parte fissa e variabile che compongono la tariffa, portando dei significativi vantaggi in termini economici.
A seguito dei ricalcoli effettuati da Sepi, infatti, per Alberghi con RISTORANTE che pagavano circa 26 mila Euro, oggi pagano 15 mila circa, per coloro che pagavano circa 21 mila Euro, oggi pagano 12 mila, per altri senza ristorante che pagavano 11 mila circa, oggi pagano 8 mila, per chi pagava 3 mila, oggi pagano sui 2,5 mila.
In sostanza, per gli ALBERGHI con ristorante, il risparmio è circa il 50 %, per quelli senza RISTORANTE, il vantaggio è del 30-35%.Questo per dare un idea che, naturalmente, gli alberghi grandi con ristorante hanno un maggiore ed immediato risparmio, mentre i piccoli e senza ristorante lo hanno certamente ma in proporzione minore rispetto ai costi inziali di contenzioso.Il grande vantaggio, per tutti, sarà nel caso in cui queste snetenze dovessero essere non impugnate in appello da Sepi oppure se confermate in secondo grado, e ovviamente confemate anche dai giudici pisani anche per gli anni 2015, 2016 e 2017.

Ricordo, infine, che la vittoria è anche scaturita dalle nuove perizia che abbiamo fatto per ogni albergo, che hanno anche evidenziato in moltissimi casi degli errori di metrature a favore degli albergatori.
Pertanto, si invitano gli albergatori che non l’avessero già fatto, ad inviarmi via mail le planimetrie dell’hotel in formato AUTOCAD per provvedere ai controilli del caso e, poi, a valutare insieme di predisporre o meno la perizia tecnica.

Tuttavia, considerati i cambiamenti di indirizzo giurisprudenziale che si sono verificati in questi anni, si consiglia di “giocare fino in fondo la partita contro Sepi cercando, da un lato, di limitare i costi inziali di contenzioso al minimo, anche allargandolo a più alberghi possibile e, dall’altro, stando attenti a lasciare il minor debito con Sepi provvedendo sempre a pagare il 1 semestre di ogni annualità e, invece, di non pagare e quindi impungare il secondo semestre.

Nel restare a disposizione dei colleghi albergatori per i chiarimenti necessari, colgo l’occasione per inviare i miei più cari saluti.

Restando a Vostra disposizione per eventuali chiarimenti e ringraziandoVi per l’attenzione,  invio un cordiale saluto
Avv. Giorgio Benedetti